veg-diet.jpg
Eccoci ancora a parlare di salute, attraverso la cucina e i suoi colori.

Come abbiamo detto nella prima parte, la CROMODIETA, si rifà alle proprietà terapeutiche che molti colori dimostrano di possedere e che vengono studiate con la Cromoterapia.

Dopo il Rosso e l’Arancione, oggi parleremo di:

GIALLO

images 1 05

E’ un’energia di tipo “caldo”.

Il giallo è più leggero del rosso e quindi più suggestivo che stimolante per cui il suo impulso agisce a sprazzi.

Dal punto di vista fisiologico: è il colore più adatto agli sportivi perché incrementa il tono neuro muscolare e dà una maggiore prontezza di riflessi.

Aiuta la digestione perché stimola la produzione di succhi gastrici e purifica l’intestino, riducendo il gonfiore addominale. E’ un ottimo depurativo del sangue.

Gli effetti sulla psiche: costituente del sistema nervoso è un forte stimolatore di allegria, senso di benessere, estroversione e lucidità cosciente.

Adatti a disintossicare il fegato e la cistifellea, e quindi anche depurare l’organismo in generale mantenendo efficiente il sistema digerente. Stimolano il terzo chakra.

L’ENERGIA GIALLA è contenuta in questi alimenti: Limone, Uva bianca, Melone giallo, Ananas, Mais dolce, Germogli, Pesca bianca, Patata, Banana, Prugna gialla, Peperone giallo, Burro, Olii vegetali.

VERDE

images 2 02

Energia di tipo “neutro”.

Nello spettro luminoso il verde si colloca al centro tra i colori freddi e quelli caldi: ne rappresenta la sintesi e svolge quindi una funzione di equilibrio.

Il verde è il colore della natura, è simbolo di rinnovamento, di equilibrio, di speranza, di sviluppo e di fertilità. E’ il colore terapeutico per antonomasia. Né caldo né freddo ha potenti proprietà riequilibranti.

Dal punto di vista fisiologico promuove il benessere generale dell’organismo, ne aumenta la vitalità e ripristina l’equilibrio delle sue funzioni.

Viene usato per la cura dello stress, dell’ansia, dell’iperattività, della cefalea e di alcune forme di insonnia. E’ efficace, anche, nelle bulimie e in tutte le forme psicosomatiche che influenzano l’apparato gastroenterico (ulcera gastroduodenale). E’ inoltre un potente germicida e antibatterico.

Effetti sulla psiche: genera calma e rinfresca la mente. Esprime volontà di operare, la perseveranza e la tenacia. E’ un sedativo del sistema nervoso aiuta a combattere irritabilità, insonnia ed esaurimento.

Sono eccellenti depurativi del sangue, favoriscono il drenaggio linfatico e irrobustiscono il sistema cardiocircolatorio. Stimolano il quarto chakra.

L’ENERGIA VERDE è contenuta in questi alimenti: Tutte le verdure e gli ortaggi di colore verde. Legumi come Piselli e Fave.

 

BLU

 

images Basilisco risotto blue

E’ un’energia di tipo “fredda”.

E’ il colore della calma, dell’infinito, della pace, della serenità emotiva e dell’armonia.

Al contrario del colore rosso ha spiccate proprietà calmanti.

Dal punto di vista fisiologico stimola il sistema parasimpatico, diminuisce la pressione arteriosa, il ritmo respiratorio e i battiti del cuore, è quindi indicato per chi soffre di pressione alta, tachicardia e palpitazioni. Ha inoltre effetti antispatici, rinfrescanti, analgesici, rilassanti.

E’ utile in tutti i casi in cui ci sia in atto un processo infiammatorio: mal di gola, raucedine, mal di denti, stomatiti ma anche arrossamenti e bruciature cutanee, punture di insetto e prurito cutaneo. Ottimo per sedare i dolori acuti, in particolare quelli articolari, e per ridurre gli stati febbrili.

I suoi effetti sulla psiche: combatte l’agitazione sia fisica che mentale ed è quindi usato in psicoterapia per favorire rilassamento e distensione.

Questi alimenti non sono numerosi, ma hanno un effetto calmante e rinfrescante. Stimolano il quinto chakra.

L’ENERGIA BLU è contenuta in questi alimenti: Uva nera, Prugna selvatica, Mirtillo, Mora, Broccolo, Cavoletto di Bruxelles.

 

INDACO

images 6 0

Energia di tipo “freddo”.

Colore “cosmico” dell’energia, rappresenta l’intuizione che sostiene l’attività mediativa.

Per la sua alta vibrazione, ha la capacità di allargare la nostra comprensione e di curare i disturbi che colpiscono gli organi sensoriali come occhi, naso, orecchi.

Dal punto di vista fisiologico stimola le ghiandole paratiroidee inibendo l’attività della tiroide ed ha un effetto anestetico ed emostatico. E’ inoltre rinfrescante, astringente, depuratore del sangue, tonico muscolare.

Effetti sulla psiche: favorisce l’intuito.

Svolgono una benefica azione sul sistema nervoso, sul cervello e sulle facoltà intellettive superiori. Stimolano il sesto chakra.

L’ ENERGIA INDACO è contenuta negli stessi alimenti elencati per l’energia blu.

VIOLA

images 4 5

Energia di tipo “freddo”.

E’ il raggio con le maggiori proprietà energetiche dello spettro visibile.

I suoi effetti sull’organismo: stimola la produzione di globuli bianchi, la milza, lo sviluppo osteo-scheletrico. Ottimizza anche il rapporto sodio-potassio e combatte i disturbi della vescica e dei reni. E’ utile contro sciatalgie e nevralgie, è attivo contro eczemi, psoriasi, acne. Depurativo del sangue, rallenta l’attività cardiaca e favorisce la microcircolazione cerebrale, per questo motivo viene utilizzato per contrastare la calvizia. Ottimo cicatrizzante.

Gli effetti sulla psiche: spiritualità, ispirazione e fantasia.

Sono cibi particolarmente ricchi di magnesio e di altri elementi fondamentali per le funzioni cerebrali. Gli alimenti viola stimolano la ghiandola pineale e il settimo chakra.

L’ ENERGIA VIOLAè contenuta in questi alimenti: Mora, Uva nera, Melanzana, Cipolla rossa, Barbabietola, Cavolfiore, Patata rossa, Alcune varietà di fagioli violacei.

Sarebbe indicato che ogni giorno avesse il suo colore, oppure ogni alimento abbia uno dei colori già elencati. 


Cosa portare quindi a tavola?

A colazione succo di pompelmo rosa o di carota, pane integrale, tè, yogurt o latte.

E per i pasti principali ecco le opzioni possibili:

VERDE: crema di piselli, frittata con carciofi, kiwi, sogliola ai ferri con prezzemolo, broccoli, mela

BIANCO: cavolfiore, finocchi, mozzarella, uva bianca, pasta con aglio, cipolle bianche, banana

ROSSO: penne al pomodoro, pollo o würstel con ketchup, mela rossa, radicchio, uva nera

VIOLA: risotto con melanzane, prugne secche, cipolle di Tropea, melanzane alla griglia, pera

GIALLO: risotto con peperoni gialli, emmenthal, macedonia, scaloppine al limone, ananas, mais

ARANCIO: carote, mandarino, risotto con zucca, gamberetti in salsa rosa, arancia, fiori di zucca

Esempi di colorazioni naturali: (Moreno Cedroni)

Il pesce rimane crudo così come nel sushi, ma viene abbinato ad ingredienti nazionali. Ad esempio, la mia salsa di soya è la colatura di alici, il riso utilizzato è il carnaroli, l’olio è extravergine d’oliva.

Come ha fatto a colorare il suo susci?

Procedo con metodi naturali o per associazione di colore. Ad esempio, il cavolo cappuccio viola, immerso nell’acqua bollente, rende l’acqua blu. Acqua che servirà appunto a colorare le seppie, tenendole in immersione un giorno, di blu. Oppure per il nero utilizzo il nero di seppia, il sesamo, la soya, o ancora il bianco lo ottengo con il cocco, la cipolla bianca e così via discorrendo.

images 7

Biorigenya produce dispositivi che facilitano la cromoterapia nel nostro ambiente quotidiano e che sono in grado di attivare e favorire le proprietà cromatiche dei nostri piatti, se presenti nell’ambiente.
Trasparente

Lascia un Commento/Recensione

  • voto
    0
Invia

Recensioni Utenti

Rispondi
Annulla

Condividi:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin