Airgenya.jpg

Occupa le prime pagine dei giornali e molti titoli dei media sono dedicati a lui. Sta diventando tristemente noto come il virus più contagioso degli ultimi 20 anni.
Stiamo ovviamente parlando del coronavirus, che dilaga in tutto il globo.

Come difendersi allora dai virus e batteri a cui possiamo andare incontro?

Attualmente, per il coronavirus, non sono ancora stati messi a punto vaccini efficaci e per il momento l’unica soluzione sembra essere la prevenzione.
Un sistema che attualmente pare essere molto efficace con altri virus è rappresentato dall’ozono.

Che cos’è l’ozono?

L’ozono è un gas formato da tre atomi di ossigeno, i cui legami si generano tramite una scarica elettrica o luce ultravioletta e rappresenta uno degli ossidanti più potenti in grado di inattivare virus ed eliminare batteri, acari, spore, muffe e altri microrganismi patogeni.

Con quale meccanismo l’ozono elimina i virus, anche quelli considerati letali?

L’ossidazione tramite ozono provoca l’eliminazione vera e propria dei batteri e l’inattivazione dei virus.
In questo caso l’azione dell’ozono riveste particolare interesse in quanto consiste nell’inattivazione dei recettori virali specifici, che il virus utilizza per la creazione del legame con la parete della cellula da invadere. Viene così bloccato il meccanismo di riproduzione virale a livello della sua prima fase: l’invasione cellulare.

Per saperne di più

Quali sono i vantaggi dell’ozono?

L’ozono permette una sanificazione minuziosa in qualunque ambiente poiché, essendo un gas, riesce a raggiungere anche gli anfratti più inaccessibili e questo lo rende estremamente efficace.

Un’altra peculiarità dell’ozono è rappresentata dall’essere totalmente ecologico in quanto viene generato mediante la trasformazione dell’ossigeno presente nell’aria senza l’utilizzo di prodotti chimici.

Inoltre non presenta costi di manutenzione e la sua produzione comporta un basso consumo di energia elettrica.
Essendo un gas instabile, dopo circa 30 minuti inizia il suo decadimento e una volta terminata l’azione ossidante e igienizzante, si riconverte in ossigeno dissolvendosi senza lasciare alcun residuo chimico. Da lì a poco i locali, perfettamente sanificati e privi di cattivi odori, potranno essere nuovamente utilizzati.

L’ozono è sicuro?

Il Ministero della Sanità con protocollo 24482 del 31 luglio 1996 ha riconosciuto l’utilizzo dell’ozono nel trattamento dell’aria e dell’acqua, come presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe ed acari.
Il trattamento degli ambienti deve avvenire senza la presenza di persone e/o animali, che potranno rioccupare i locali in tempi relativamente brevi in base alla quantità di ozono emessa.

Chi può utilizzarlo e dove?

L’ozono non richiede l’impiego di personale specializzato. Una semplice programmazione, in base alla capacità di produzione della macchina scelta, permette di stabilire la quantità di ozono necessaria per l’ambiente da sanificare.
L’ozono quindi può essere utilizzato in qualsiasi ambiente recettivo: alberghi, ristoranti, comunità, scuole, come anche nei mezzi di trasporto o abitazioni private.

Lascia un Commento/Recensione

  • voto
    0
Invia

Recensioni Utenti

Rispondi
Annulla

Condividi:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin