1237.jpg

dolori muscolari e articolari sono tra i disturbi più frequenti e diffusi e sono anche i più sottovalutati e meno curati in assoluto.
Nelle stagioni invernali e autunnali i reumatismi si fanno sentire più che in altri periodi. I dolori reumatici coinvolgono un numero sempre maggiore di individui: sono 5 milioni e mezzo le persone che in Italia soffrono di reumatismi e 300 milioni nel mondo.
Mi riferisco a dolori di natura muscolare o articolare che possono variare da un dolore alle spalle o al collo, a un dolore diffuso al braccio o ancora alla zona della schiena o alle gambe e ancora più probabile alle caviglie. E queste sono solo alcune delle zone più colpite.

Pocket Trasp

Muscoli o articolazioni: come distinguere il dolore?

Come si differenzia un dolore più prettamente muscolare da un dolore articolare?
È piuttosto semplice: il dolore muscolare colpisce una zona del corpo abbastanza vasta (ad esempio le spalle oppure la coscia) mentre il dolore articolare si manifesta in un punto più preciso, che coincide con le giunture articolari tra un osso e l’altro.
Tra i dolori muscolari, i più diffusi sono quelli alle spalle, alla schiena (zona lombare soprattutto) e alle gambe (anche se in quest’ultimo si manifesta soprattutto dopo uno sforzo fisico).
dolori articolari colpiscono solitamente i gomiti, le anche, le ginocchia e le caviglie.
Con l’arrivo dell’inverno, questi dolori tendono ad accentuarsi principalmente per due motivi:

  • il freddo è in grado di penetrare nei tessuti lasciandoli più rigidi e meno elastici;
  • l’umidità crea depositi stagnanti all’interno del corpo, soprattutto nella zona articolare.

Ciò che danneggia maggiormente e accentua i dolori muscolari e articolari è la staticità, il mancato movimento e l’infiammazione tissutale che si crea.

Infiammazione: ecco la causa principale

Alla base di ogni dolore c’è un’infiammazione del tessuto sottostante, sia esso muscolare o articolare. L’infiammazione può crearsi da un’eccessiva rigidità (causata ad esempio dal freddo o dal poco movimento) oppure dal riflesso di un organo o apparato circostante che si trova in stato di forte infiammazione.
In quest’ultimo caso, il dolore muscolare o articolare è un riflesso di un problema che si trova altrove, spesso nelle vicinanze: se non si risolve il problema all’origine, non si troverà beneficio nemmeno a livello muscolare o articolare.
Molte persone, ad esempio, svolgono un’attività fisica piuttosto regolare e non si espongono particolarmente al freddo invernale, eppure vivono quotidianamente con fastidi e dolori senza trovare soluzione. Sono questi i casi in cui è necessario indagare la situazione generale all’interno del corpo e capire che cosa provoca di riflesso il dolore a un muscolo o a un’articolazione.

I dolori riflessi

Può sembrare strano, ma un organo o un apparato in disequilibrio energetico, ovvero che non lavora correttamente, sprigiona nei tessuti circostanti le tossine in eccesso, infiammando muscoli o articolazioni ad esso annessi.
Un’ultima cosa da sottolineare è la legge del basso-alto e viceversa: è una legge su cui si basa la medicina naturale (mediterranea classica o tradizionale cinese) che richiama il concetto già espresso di “infiammazione riflessa“.
Cosa significa nello specifico? Si tratta di un collegamento che avviene all’interno del corpo che fa sì che un dolore in zona alta (ad esempio cervicale) possa trovare la sua origine nella zona bassa del corpo (ad esempio organi genitali).
Facciamo allora qualche esempio di dolore riflesso:

  • per la legge alto-basso, un dolore ai muscoli delle spalle può richiamare un’infiammazione presente all’apparato genitale;
  • o ancora, un dolore alla zona lombare della schiena può essere il riflesso di un’infiammazione al viscere circostante, ovvero l’intestino.

Ricapitolando, i dolori articolari o muscolari possono essere provocati da una causa esterna come il freddo, l’umidità o uno sforzo fisico maggiore del solito, oppure possono essere il riflesso di un malfunzionamento all’interno del corpo.
Se possiamo escludere la causa esterna, certamente l’indagine deve essere più approfondita.

DSC 0127 5
Set Fasce Energy

Una delle soluzioni per ritornare in perfetta forma sono i trattamenti con Biorigenya Pocket, dispositivo che emette impulsi ad alta frequenza (AF) che migliorano la circolazione sanguigna e stimolano la produzione di endorfine da parte del sistema neurovegetativo. Questi fattori contribuiscono alla riduzione del dolore associato ai vari stati patogeni ed ottengono una efficace azione anti infiammatoria.

Grazie a queste ragioni si possono efficacemente trattare patologie garantendo un’azione migliorativa dello stato complessivo di benessere. Biorigenya Pocket, collegato agli accessori in dotazione:

  • Allevia il dolore agendo come un analgesico
  • Riduce i processi infiammatori
  • Accelera i processi di cura
  • Stimola lo scambio cellulare
  • Rallenta il processo di diminuzione della densità ossea
  • Migliora l’ossigenazione e il nutrimento dei tessuti
  • Stimola il riassorbimento degli edemi
  • Migliora la microcircolazione sanguigna
  • Rigenera le cellule fornendo energia
  • Produce un’attività batteriostatica/antiallergica
  • Accelera i processi di guarigione dei tessuti molli
  • Produce un’azione neuro-equilibratrice (neuro regolazione sull’ipotalamo, sul fegato e sulla milza)
  • Migliora il metabolismo della cute
  • Rallenta l’azione di invecchiamento dei tessuti
  • Previene l’avanzamento dell’osteoporosi

Lascia un Commento/Recensione

  • voto
    0
Invia

Recensioni Utenti

Rispondi
Annulla

Condividi:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin