coronavirus-5062248_1920.jpg

Tante sono in questi giorni le notizie sulla pandemia da Coronavirus. Un bombardamento mediatico che spesso, produce confusione e allarmismo oltre la naturale preoccupazione.

In passato tutte le annunciate pandemie da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e rilanciate da tutti gli organi di comunicazione di massa si sono rilevate fake news: la mucca pazza, l’aviaria, la suina, la SARS avrebbero dovuto fare milioni di morti come la spagnola, mentre, per fortuna, non è andata così.

Secondo le stime del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore della Sanità, in Italia ogni anno circa il 9% della popolazione è colpito da sindromi simil-influenzali, con un numero di morti che oscilla tra i 300 e i 400 decessi diretti dovuti all’influenza, e tra i 4 mila e i 10 mila decessi tra chi sviluppa complicanze gravi a causa dei virus influenzali.

I numeri del Coronavirus paragonati alla normale influenza, a oggi, risultano minimi.

Ciò che preoccupa è il tasso di mortalità che apparentemente risulta più alto. Ma siamo certi che tutti coloro che hanno contratto il virus siano stati rilevati e non abbiano pensato di avere una normale influenza? Siamo consapevoli che i decessi riguardano principalmente anziani e persone che avevano già altre complicazioni sanitarie?

La dottoressa Ilaria Capua, illustre virologa italiana, sull’emergenza da sindrome influenzale Coronavirus afferma che «Questa infezione provoca nella stragrande maggioranza dei casi sintomi molto lievi e solo in pochi casi – con patologie intercorrenti e con situazioni particolari – provoca effetti gravi».

Per approfondire il tema ti consigliamo di leggere questo aggiornamento https://www.robertogava.it/infezione-coronavirus-informazione-buon-senso sul sito del dottor Roberto Gava, specializzato in Cardiologia, Farmacologia Clinica e Tossicologia Medica

La conoscenza è ciò che più ci rende liberi, in questo caso, soprattutto dalla paura

Infatti anche se veramente si verificasse una pandemia, come prospettano, avere paura non sarebbe utile. La paura per qualcosa che non possiamo controllare abbassa le nostre difese immunitarie, mentre abbiamo bisogno dell’esatto opposto.

La più grande prevenzione che esiste per qualsiasi virus è un sistema immunitario forte.

dance 4052847

Cosa aiuta a costruire un forte sistema immunitario?

virus, i batteri e i fughi sono costantemente presenti nel nostro corpo, nel corpo di tutti! Ciò che fa la differenza è come il nostro organismo reagisce e quanta biodiversità vi è all’interno. È molto meglio avere tantissimi batteri, virus e funghi in equilibrio, piuttosto che non averne, inoltre le soluzioni Biorigenya contribuiscono ad equilibrare il nostro sistema immunitario.

Altri consigli utili:

  • la respirazione consapevole;
  • abitare in un luogo energetico favorevole;
  • il cibo biologico, prevalentemente vegetale e integrale;
  • 7-8 ore di sonno;
  • la doccia fredda;
  • camminare a piedi nudi;
  • prendere il sole, moderatamente;
  • fare yoga, massaggi e attività olistiche;
  • il movimento fisico all’aria aperta e a contatto con elementi naturali, come una camminata nel bosco o una nuotata in mare.

Ma contribuiscono anche attività che riguardano più la nostra sfera mentale e spirituale, come avere uno scopo nella vita, amare se stessi, pregare, meditare, sorridere, circondarsi di belle persone, imparare cose nuove ed esprimere la propria creatività.

Lascia un Commento/Recensione

  • voto
    0
Invia

Recensioni Utenti

Rispondi
Annulla

Condividi:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin