agricoltura-838220.jpg

Anche la seconda stagione di lavoro del dispositivo AGRIZOOTEC di Biorigenya nelle risaie dell’Az. Agr. “Maria Paola Biandrate di Rovasenda” in Piemonte, si sta concludendo ed i risultati si dimostrano ancora migliori dell’anno precedente:

  • L’azione del dispositivo si è ampliata da 1 ettaro a circa 1, 5 ettari di superficie
  • Gli infestanti su cui si è concentrata la nostra attenzione (Giavone e Curcuglione) sono stati ampiamente debellati e tenuti sotto controllo
  • Sono stati applicati solo 4 trattamenti (naturali, a base di zolfo, poiché le risaie sono in regime biologico) in tutta la stagione
  • Il prodotto ha avuto una ottima resa ed il riso ottenuto è di ottima qualità sia fisica che energetica ( 95.000 Bovis invece dei 30.000 B delle colture non sottoposte all’azione di Agrizootec)
  • Il dispositivo ha contribuito ad accrescere notevolmente l’energia del luogo (135.000 Bovis contro 29.000 b delle zone non trattate dal dispositivo).
L’energia dei luoghi e dei cibi

Le misurazioni presentate appartengono ad una scala non convenzionale e penso sia utile capire come l’equilibrio energetico di un luogo e del cibo che vi viene prodotto siano indispensabili per la nostra salute.

La BIOSFERA è l’ampia zona del nostro pianeta dove è presente la Vita. Essa è un immenso laboratorio dove avvengono continuamente innumerevoli interazioni tra una serie di elementi come la pressione atmosferica, la temperatura, l’umidità ed un certo numero di sostanze chimiche, ma anche campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici infinitamente più sottili, generati dall’interazione tra le energie cosmiche e quelle telluriche.

La Terra è sottoposta alla grande forza di coesione esercitata dal magnetismo della nostra galassia. Questa grande sorgente energetica, che con la sua evidente rotazione e spiralizzazione genera un polo nord ed un polo sud “universali”, influenza l’orientamento e la rotazione degli assi di tutti i soli e di tutti i pianeti. Questo movimento circolare alimenta anche il magnetismo endogeno della Terra, mentre dal Cosmo provengono enormi quantità di energia sotto forma di irraggiamento elettromagnetico.

L’uomo è un’antenna

Walter Kunnen afferma che ciò che consente al corpo di nutrirsi favorevolmente di queste energie presenti nella biosfera o di subirne gli effetti nocivi è la sua primaria funzione di antenna, che riceve, emette ed accumula.

Il principio fondamentale che regola questa funzione è la risonanza, cioè la capacità di “vibrare” in sintonia con determinate frequenze, così come avviene tra un diapason ed un “la” suonato da un violino perfettamente accordato.

L’uomo dunque deve cercare l’equilibrio energetico e l’alimentazione è uno dei fattori più importanti per conseguirlo. La malattia infatti nasce sia sul piano fisico, su quello mentale e su quello spirituale. Non accade nulla senza che tutti e tre ne risentano.

Il riequilibrio del sistema “uomo” e del suo ambiente rappresenta la soluzione primaria alla sopravvivenza stessa della specie umana e del pianeta.

Cosa si intende per equilibrio e riequilibrio:

La situazione di equilibrio, in qualsiasi campo, è quella che permette l’armonico fluire delle energie costituenti un sistema, sia esso semplice o complesso, animato o inanimato, per evolversi verso una nuova situazione.

Purtroppo il sistema di vita attuale, volto più all’avere che all’essere, sovraccaricato di orpelli materiali, trascura sempre di più l’individuo, inteso in senso olistico come insieme di corpo-emozioni-mente, a favore di una visione globalizzante e spersonalizzante, fonte di gravi situazioni di disequilibrio ormai diffuse in ogni ceto ed età.

Energia vitale universale

L’energia universale costituisce il mondo che ci circonda. Siamo in scambio costante, più o meno cosciente ed efficace, con essa.

Questa energia è onnipresente, infinita ed inesauribile. La assorbiamo tramite degli intermediari come il cibo, la natura (la terra, gli alberi, il sole, ecc.) e l’aria.

La bioenergetica parte dal presupposto che ogni individuo dispone di una energia vitale, essenziale sia per una corretta interazione fra corpo e mente, sia per il controllo degli stati fisici e di quelli mentali.

Tutto è energia e noi siamo il nostro corpo ed il nostro ambiente:

il riequilibrio bio-energetico passa dal nostro fisico, dalla nostra alimentazione ed anche dalla nostra casa o posto di lavoro, in un percorso che ci riporta alla salute in modo naturale e definitivo.

Cos’è il cibo?

E’ un insieme di sistemi viventi ( o un tempo viventi, nel caso dei cibi cotti) che conservano alcune delle loro qualità sistemiche originali, tra cui il campo energetico, ed è il principale collegamento dell’ambiente esterno con l’ambiente interno del nostro sistema corpo.

Possiamo immaginare i vari tipi di cibo, come lenti diversamente colorate che ci fanno vedere lo stesso mondo, in tante tonalità differenti.

Per poter permettere di crescere in salute e in simbiosi con la Terra e con il Cielo, il corpo umano ha bisogno di alimenti che possano mantenere questo stato di equilibrio degli elementi. (fuoco, aria, acqua e terra).

L’ Alimento come organismo “energetico”:

• L’insieme dei processi di produzione conferisce all’alimento una sua propria struttura energetica

• Questa struttura si manifesta attraverso segnali diversi che possono essere percepiti  a vari livelli dal nostro corpo.

• La percezione dei segnali del cibo si accompagna automaticamente a trasformazioni del nostro assetto energetico/emozionale, a volte in modo istantaneo.

• Il cibo interagisce col nostro corpo ben prima che il nostro corpo lo trasformi in “sé”

Quindi ogni cibo, ogni alimento deve contenere la stessa vibrazione, deve contenere la vita.

Ovviamente nella società in cui viviamo oggi vi sono ben pochi alimenti considerati vivi, poiché l’uomo, sempre di più, cerca di esagerare nella produzione di essi, cerca di non seguire i ritmi della natura, quindi va a squilibrare tutto ciò che è cibo.

A partire dalla scoperta della Risonanza Magnetica Nucleare, oggi è dimostrato che immergendo un corpo umano all’interno di un campo magnetico ottenuto dalla somma di un campo magnetico permanente ed un campo magnetico variabile, le cellule dell’organismo ubbidiscono alle sollecitazioni del campo magnetico generato.

Il comportamento è analogo per tutti gli esseri viventi: vegetali, animali, uomo e donna. Si tratta di una grandissima scoperta, in quanto prima si riteneva che la medicina fosse unicamente basata su reazioni di tipo biochimico mentre così si è dimostrato che le cellule sono soggette anche a reazioni di tipo biofisico. (prof. Spaggiari 2001)

Attività dei dispositivi Biofrequenziati BIORIGENYA

La cosa nuova che scaturisce da tutto quello che abbiamo detto sino ad ora è che ogni organo del corpo umano risuona su una precisa gamma di frequenza.

È questo il nuovo passaggio che bisogna compiere poiché ogni cibo che voi introducete nel vostro corpo ha una valenza energetica oltre che tipicamente fisica, e questa valenza può andare a cambiare completamente l’elemento fondamentale fisico di esso. Perciò l’utilizzo delle biofrequenze in agricoltura può essere estremamente importante per l’uomo, il suo cibo ed il suo ambiente.

Lascia un Commento/Recensione

  • voto
    0
Invia

Recensioni Utenti

Rispondi
Annulla

Condividi:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin