pomodoro.jpg

VOLANIA. Un’assoluta novità nel mondo dell’agricoltura prende il via dal Basso Ferrarese dove nei giorni scorsi Biorigenya, Società del Gruppo Montini Spa, ha consegnato per l’installazione un innovativo dispositivo magnetico biofrequenziato AGRIZOOTECH destinato a coprire due ettari di terreno coltivato a pomodori biologici. La destinataria e pioniera delle nuove frontiere agricole è l’Azienda Agricola Menegale di Volania di Comacchio che coltiva pomodori biologici.

Il dispositivo è stato studiato e prodotto da Biorigenya attraverso la tecnologia fisica avanzata delle biofrequenze, senza impiego di agenti chimici, che andranno a ” proteggere” le piante da parassiti ed altri elementi nocivi secondo un particolareggiato elenco stilato dalla Menegale che affliggono le coltivazioni ogni anno. I risultati attesi sono maggiore “ricchezza” del prodotto con minore impiego di acqua e cure specifiche il tutto seguendo un disciplinare totalmente naturale. Un altro passo avanti nella collaborazione tra ricerca ed agricoltura in una zona dell’Emilia Romagna che produce più di un terzo dei pomodori italiani di qualità, stimato in 8 milioni di quintali annuali, secondo polo produttivo nazionale.

La ‘tecnologia avveniristica’ inoltre sta per essere diffusa in tutta Italia e all’estero, numerose sono infatti le aziende agricole in lista d’attesa per avere il dispositivo.

Caterina Bonazza “La nuova Ferrara”

Lascia un Commento/Recensione

  • voto
    0
Invia

Recensioni Utenti

Rispondi
Annulla

Condividi:

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin